Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Delia. Torna la pace per Pasqua. Le due associazioni insieme per organizzare la Settimana Santa

Delia. Torna la pace per Pasqua. Le due associazioni insieme per organizzare la Settimana Santa

associazioni-settimana-santa-insiemeLa famiglia della Settimana Santa di Delia torna più unita e compatta che mai. Infatti a pochi mesi di distanza da una storica frattura che aveva portato alla nascita di una seconda associazione, queste due anime si sono accordate ufficialmente e si sono riunite con un unico obiettivo: lavorare insieme alla realizzazione della festa, per il 2017 e non solo.

Ripercorrendo quanto successo negli ultimi mesi, l’Associazione Settimana Santa Delia, dopo sei anni, a maggio ha rinnovato il proprio direttivo ma, pochi giorni prima, era nata l’associazione Comitato e Pro Mortorio Settimana Santa. L’obiettivo era identico e cioè organizzare le rappresentazioni folkloristiche deliane, tra le più famose in Sicilia.

Una frattura che aveva destabilizzato sia l’amministrazione comunale, trovatasi a dipanare questa intricata matassa, che l’intera comunità che è legata in maniera viscerale a questa festa.

Dopo gli iniziali e ovvi screzi, contrasti e polemiche, le due associazioni, rendendosi conto della delicatezza della situazione e dell’importanza di una tradizione che rischiava di uscirne tremendamente penalizzata, hanno cominciato a lavorare a una sintesi che mercoledì sera, alla presenza del sindaco Gianfilippo Bancheri, che ha fatto e farà da garante, hanno sottoscritto ufficialmente un accordo.

Questo prevede in primis che i due direttivi lavoreranno insieme per realizzare la Settimana Santa 2017, quindi che ci si muoverà per “diventare una realtà comune”. Le due associazioni contribuiranno sia in termini economici che di forza lavoro con l’associazione Settimana Santa che metterà a disposizione il proprio patrimonio, tra costumi e scenografie.

Ad apporre le firme sono stati il sindaco Gianfilippo Bancheri, il vicesindaco Lillo Lo Porto e il capo di gabinetto Carmelo Alessi per conto dell’amministrazione; il presidente Antonio Drogo e i componenti del direttivo dell’associazione Settimana Santa, Rino Bancheri, Giuseppe Curcio, Daniele Giordano, Sebastiano Borzellino; il presidente dell’associazione Comitato Pro Mortorio Settimana Santa Delia, Orazio Rumeo, e il direttivo composto da Franco Patermo, Diego Giordano, Giuseppe Lodato, Daniele Gallo, Fabrizio Perricone, Miro Catalano.

Il sindaco Gianfilippo Bancheri, che come detto prima ha fatto e farà da garante, ha detto: “Siamo molto felici e orgogliosi di essere riusciti nell’intento di far ritrovare coesione e unità all’interno della festa, per definizione, dei deliani. L’intento dell’amministrazione era quello di far collaborare le due realtà per addivenire a una soluzione che nel giro di poco tempo possa riportare coesione nello svolgimento della festa. Sono contento di aver trovato persone con le quali è stato possibile trovare questa soluzione e oggi siamo contenti di poter affermare di aver fatto un passo molto importante nella direzione della risoluzione di tutte le problematiche verificatesi in passato. Oggi per Delia è una giornata davvero importante”.

Orazio Rumeo, presidente dell’Associazione Comitato Pro Mortorio Settimana Santa Delia ha parlato di “Incontro positivo dove le due parti si sono incontrate amichevolmente. Al di sopra di tutto prevale il buonsenso e l’attaccamento di noi deliani alla festa di Pasqua. Pasqua che significa Pace. Un grazie va all’associazione presieduta da Antonio Drogo per i passi fatti nel favorire l’incontro con l’associazione da me presieduta. Grazie alla mediazione dell’amministrazione comunale di Delia, in modo particolare al signor sindaco”.

Per Antonio Drogo “Oggi abbiamo scritto una bellissima pagina della storia della comunità deliana. Quando l’onestà, il rispetto, la maturità e il buon senso prevalgono sulle individualità, si posso raggiungere grandi traguardi e gettare le fondamenta per costruire una solida collaborazione per il bene di tutta la comunità. Le manifestazioni della Settimana Santa fanno parte del dna dei deliani, che condividono una ‘passione’ che va oltre qualsiasi semplice scontro o dissenso. Ciò che conta veramente è che nessuno di noi, qualsiasi cosa possa succedere, dovrà smettere mai di operare per il bene della nostra comunità, continuando a tramandare ed organizzare la nostra amata Settimana Santa”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su