Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > 2 novembre, via vai di gente al cimitero di Canicattì. In aumento i furti di fiori

2 novembre, via vai di gente al cimitero di Canicattì. In aumento i furti di fiori

20161102_112605Sono migliaia le persone che da ieri mattina visitano il cimitero di via Nazionale. Come da tradizione in occasione della festa di Ognissanti e della Commemorazione dei Defunti,  in tantissimi, a Canicattì, decidono di andare nel luogo sacro per deporre un fiore sulla tomba dei propri cari.

Grande partecipazione al corteo promosso dall’amministrazione comunale. Come ogni anno partenza da Palazzo di Città per giungere al cimitero dove è stata celebrata la messa. Ad animare la funzione la parrocchia di Maria Ausiliatrice. Presenti le autorità civili, militari e religiose della città.

Il tratto di strada che porta al cimitero, da ieri è stato chiuso alla circolazione veicolare. L’accesso per tutta la giornata è consentito soltanto al bus navetta gratuito messo a disposizione dal comune.

Ma a macchiare la ricorrenza sono stati i furti di fiori e composizioni all’interno del camposanto. Molti cittadini hanno raccontato di non aver ritrovato i mazzi e le composizioni floreali con le quali, nei giorni scorsi approfittando del fine-settimana, avevano omaggiato i loro cari. Un atto indecoroso che oltraggia i defunti e che provoca un’enorme indignazione nei familiari dei defunti offesi.

I canicattinesi onesti lanciano un’appello all’amministrazione affinché venga installata la videosorveglianza all’interno del luogo sacro, in modo che i colpevoli di questi gesti vengano individuati e puniti.

Galleria

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su