Tu sei qui
Home > Attualità > La Sicilia dice addio alle autostrade gratis

La Sicilia dice addio alle autostrade gratis

autostradaLa giunta di governo ha approvato un piano che prevede la chiusura del Cas, il Consorzio autostrade siciliane, e la nascita di una nuova società mista Cas-Anas. Il piano prevede la possibilità di introdurre i pedaggi in tutte le autostrade compresa la Palermo-Catania e la Palermo-Mazara del Vallo.

Nella delibera di giunta si definisce il Cas “un’anomalia nel panorama nazionale della gestione autostradale” in quanto ente pubblico non economico. Nel documento è scritto che per le due autostrade oggi gestite dall’Anas secondo l’assessore alle Infrastrutture Giovanni Pistorio “è ipotizzabile l’istituzione di pedaggio dopo la realizzazione da parte dell’Anas del piano di straordinario di ammodernamento della Palermo-Catania recentemente finanziato con 800 milioni di euro”.

Il piano di Pistorio di trasformare il Cas superandolo con la creazione di una società mista a cui dare vita insieme all’Anas è stato apprezzato dalla giunta che ha dato mandato allo stesso assessore “di porre in essere ogni iniziativa per l’avvio dell’iter procedimentale”. Nella nota di Pistorio approvata dalla giunta si specifica che “la governance societaria dovrà assicurare alla Regione attribuzioni azionarie e giuridico-statutarie che consentano di imprimere al nuovo soggetto gli indirizzi strategici e di svolgere il conseguente controllo”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su