Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, al “Barone Lombardo” impiantato un defibrillatore biventricolare

Canicattì, al “Barone Lombardo” impiantato un defibrillatore biventricolare

CARDIOLOGIA.JPEGPer la prima volta in provincia di Agrigento viene impiantato in un paziente un defibrillatore biventricolare. L’intervento, è stato eseguito nei giorni scorsi presso il reparto di cardiologia dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì da l’equipe medica formata dal primario facente funzioni della cardiologia il dottore Luciano Sutera Sardo, dagli infermieri Calogero Gambino e Carmelo Puleri e da due ingegneri della “St. Judical Medical” Vittorio Anselmi e Giuseppe Scardacio, azienda che ha fornito l’apparecchiatura una delle migliori e tecnologicamente all’avanguardia  attualmente sul mercato.

Ad essere sottoposta a questo delicatissimo ed innovativo intervento chirurgico una suora di 76 anni, dell’ordine del “Boccone del Povero” originaria di Caltanissetta ma trasferita in Puglia dove presta la sua opera.

L’operazione è durata oltre 3 ore ed è riuscita alla perfezione. All’arrivo in ospedale, la paziente presentava uno scompenso cardiaco refrattario e dispnea. Infatti, la suora della quale non state fornite le generalità, era affetta da insufficienza cardiaca ed aveva soltanto il 27% della funzionalità del cuore.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su