Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Licata e Sciacca. Allarme inquinamento nei mari. Lo rende noto Legambiente dopo i rilievi

Licata e Sciacca. Allarme inquinamento nei mari. Lo rende noto Legambiente dopo i rilievi

mollarellaLe acque dei mari di Licata e Sciacca risultano “altamente inquinate” nei pressi della foce del torrente Canzalamone, nella spiaggia dello Stazzone, a Sciacca, e nel tratto di mare a valle dello scarico del depuratore di Licata. Lo rende noto “Goletta Verde” dopo i rilievi del caso mentre rientrano nei limiti i valori negli altri due siti agrigentini esaminati e cioè la spiaggia di Marinella-Lido Fico d’India, in corrispondenza del torrente Re, a Porto Empedocle, e nei pressi della Villa Romana di Realmonte.

Il report di Legambiente Sicilia, presentato oggi, offre un quadro non idilliaco, infatti su 26 punti monitorati 17 risultano “fortemente inquinati”. “La mancata depurazione – scrive Legambiente – continua a essere una delle maggiori minacce del mare siciliano: su ventisei punti monitorati da Goletta Verde ben diciassette presentavano cariche batteriche elevate, anche più del doppio dei limiti imposti dalla normativa”.

Il problema sono i depuratori con l’associazione ambientalista che fa presente che “I fondi disponibili ci sono e non sono stati quasi per nulla utilizzati, per questo chiediamo a Regione e Comuni, sia costieri che dell’entroterra, di fare fronte comune per risolvere finalmente l’emergenza depurativa di questa terra”

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su