Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Naro > Naro, sindaco pronto a impugnare i provvedimenti della Regione sul ciclo dei rifiuti

Naro, sindaco pronto a impugnare i provvedimenti della Regione sul ciclo dei rifiuti

Lillo-Cremona“L’attuale emergenza rifiuti a Naro, come nella quasi totalità dei Comuni della Sicilia, sembra dovuta all’ordinanza regionale e alle disposizioni attuative firmate dal Presidente Crocetta sul contingentamento della quantità di rifiuti da conferire nelle discariche autorizzate”. A sostenerlo è il sindaco di Naro, Lillo Cremona.

“Tutti i Comuni – ricorda – si sono visti ridurre drasticamente i quantitativi di conferimento  nelle poche discariche autorizzate, con l’obbligo di provvedere ex abrupto alla separazione della frazione secca (carta, cartone, plastica, vetro, metallo) da quella umida dei rifiuti. Ora, il Comune di Naro è tra i primi Comuni siciliani che si avvia a concludere l’aggiudicazione della gara per lo spazzamento, raccolta e trasporto rifiuti differenziati ed indifferenziati. Inoltre, ha già aggiudicato la gara per la realizzazione del Centro Comunale di Raccolta. Ma è ovvio che il nuovo appalto sui rifiuti e la realizzazione del CCR potranno avvenire nel giro di qualche mese.  Addirittura la maggior parte degli altri Comuni avrà bisogno di uno o più anni per appaltare il servizio e avviare la raccolta separata delle frazione secca e di quella umida dei rifiuti. Il Comune di Naro, dunque, ha sinora seguito  con la massima tempestività  tutte le indicazioni della Regione per pervenire all’aggiudicazione dell’appalto e alla realizzazione del C.C.R. Adesso, tutto ad un tratto, la Regione decide di dare un’accelerata improvvisa con nuovi ordini immediati, la cui esecuzione richiede però un lasso di tempo ragionevole. Addirittura, la Regione richiede che i Sindaci facciano un’ordinanza contingibile ed urgente nei confronti di tutti i titolari di attività commerciali per costringerli a ” procedere alla organizzazione del servizio di raccolta differenziata anche autonomamente con soggetti autorizzati“.

spazzatura rifiutiInoltre, Cremona denuncia che “la misura è davvero colma e i Comuni siciliani sono in piena emergenza igienico-sanitaria, avverso la quale i Sindaci non hanno nell’immediato  alcun mezzo a disposizione” e annuncia: “La Giunta Comunale di Naro sta approfondendo la problematica per valutare l’impugnazione dei provvedimenti regionali davanti al giudice e la proposizione di ogni altra azione giudiziaria che possa far valere il diritto alla salute dei cittadini – conclude il sindaco di Naro – Nel frattempo, come Sindaco e come tutti gli altri Sindaci, non posso che invitare il governo regionale ed il suo Presidente ad adottare misure ragionevoli e quanto altro è nei loro poteri per scongiurare il prosieguo dell’emergenza igienico sanitaria che attanaglia l’intera Sicilia”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su