Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Delia. Giovedì il convegno “Lingue in contatto in Italia. Il caso Delia” organizzato insieme all’Università di Toronto

Delia. Giovedì il convegno “Lingue in contatto in Italia. Il caso Delia” organizzato insieme all’Università di Toronto

bancheri salvatore totòGiovedì alle 18 nella sala consiliare del Comune di Delia si terrà il convegno “Lingue in contatto in Italia, tra visibilità e vitalità. Il caso Delia”. Ad organizzarlo il Comune di Delia con il patrocinio dell’”Italian University of Toronto” e dall’Ateneo Internazionale – Università per Stranieri di Siena – Centro di eccellenza della ricerca – Osservatorio linguistico permanente dell’italiano diffuso fra stranieri e delle lingue immigrate in Italia. Un importante momento di analisi e formazione che vedrà la partecipazione di insigni esponenti del mondo accademico e cioè del deliano Salvatore Bancheri, direttore del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Toronto; del professore Massimo Vedovelli, direttore del Centro di eccellenza della ricerca – Osservatorio linguistico permanente dell’italiano diffuso fra stranieri e delle lingue immigrate in Italia – Università per Stranieri di Siena; del professore Simone Casini dell’Università per Stranieri di Siena – Università degli Studi della Tuscia. Prima dei loro interventi è previsto il saluto del sindaco Gianfilippo Bancheri, del presidente del consiglio Tony Di Caro e dell’assessore alla Cultura Piera Alaimo.

Appena arrivato a Delia, Totò Bancheri ha spiegato che “Il convegno si pone l’obiettivo di esaminare le dinamiche del contatto linguistico analizzato nei contesti urbani e pone l’attenzione alla capacità delle lingue, in particolare delle lingue dei nuovi gruppi immigrati stranieri in Italia, di modificare lo spazio linguistico e sociale in cui insistono”.

“Siamo orgogliosi – ha detto il sindaco Gianfilippo Bancheri – di avere organizzato un evento di grande rilevanza che ha come relatori nomi illustri del mondo accademico. È sicuramente una grossa opportunità non solo per la nostra comunità ma anche per tutti quelli che a vario titolo si occupano dei cambiamenti della lingua italiana sia all’estero che nel nostro territorio nazilocandina convegno deliaonale”. Quindi l’assessore Alaimo ha aggiunto: “Durante i lavori saranno trattati alcuni casi esemplificativi di importanti realtà migratorie italiane, ma sarà fatto riferimento anche alla città di Delia, da tempo luogo di incontro di comunità straniere immigrate”.

Il professore Vedovelli ha spiegato che: “Nel nostro intervento consideriamo gli effetti dell’immigrazione in particolare tenendo presente la centralità, spesso non sufficientemente riconosciuta, dei processi linguistici nei contesti migratori per gli individui e per le collettività coinvolte. Proponiamo alcune ipotesi circa i fattori socioculturali, demografici e economici che con grande probabilità influenzeranno l’evoluzione futura dello spazio linguistico sotto la spinta dell’immigrazione straniera e delle lingue immigrate. Esaminiamo il ruolo delle lingue immigrate nel sistema economico-produttivo italiano e i possibili modelli di gestione del plurilinguismo nel sistema educativo. In questi tempi difficili, di ‘scontro di civiltà’, il dialogo fra le genti si deve avvalere degli strumenti ad esso finalizzati: le lingue, il plurilinguismo degli individui e delle collettività”

 Per il professore Casini “L’intervento prende in esame lo spazio linguistico italiano caratterizzato tradizionalmente dai poli dell’italiano lingua comune, del dialetto e oggi sempre più dalle lingue immigrate entrate a seguito dei flussi migratori. È analizzata la situazione italiana del contatto linguistico presentando alcuni strumenti dell’analisi scientifica nel campo delle lingue per la ricognizione e l’analisi delle lingue immigrate. A conclusione le metodologie di rilevazione linguistica elaborate presso il centro della ricerca dell’Università per Stranieri di Siena sono applicate al contesto sociale e linguistico di Delia, nei confronti della quale si ipotizza una ricostruzione del plurilinguismo immigrato ponendo attenzione ai concetti di visibilità delle lingue di cui si portano alcuni esempi”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su