Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > L’infortunio di Comparato. Chiarimenti sui soccorsi

L’infortunio di Comparato. Chiarimenti sui soccorsi

comparato2A tre giorni di distanza dalla semifinale playoff tra Canicattì e Ragusa e soprattutto della paura in campo per Rosario Comparato, a mente fredda proviamo a fare chiarezza sui soccorsi prestati al ragazzo che tante polemiche hanno suscitato durante i concitati momenti e soprattutto nelle ore successive.

Loading...

Dato per scontato che il buon senso impone che durante un evento sportivo ci siano mezzi o personale che possano immediatamente prestare soccorso, va detto che nessun regolamento obbliga le società, dalla Promozione in giù, a predisporre la presenza di un’ambulanza in campo.

Per quanto riguarda i soccorsi va ricordato che l’arrivo in campo dei sanitari è stato accolto da una bordata di fischi perché, complice l’ansia, la paura e la concitazione del momento, i secondi e i minuti sembravano non passare e l’ambulanza sembrava non arrivare mai. E allora, ripetiamo, a mente fredda, va fatta comparato rosariochiarezza e anzi esaltato l’operato dei sanitari. Infatti, come si è appreso successivamente, l’ambulanza del 118 di Canicattì era impegnata e aveva a bordo una paziente. Quindi è stata allertata l’ambulanza di Serradifalco. Contestualmente però la centrale ha fatto deviare il percorso dell’ambulanza canicattinese facendo in modo che venisse lasciato al campo un infermiere con defibrillatore che per fortuna non è stato impiegato perché intanto Comparato si era ripreso. Lasciata la paziente in ospedale, l’ambulanza è tornata in fretta e furia al “Carlotta Bordonaro” dove ha finalmente prelevato Comparato e, a sirene spiegate, lo ha portato in ospedale.

A questo proposito pochi minuti fa alla nostra redazione è arrivata una nota a firma di Salvatore Arcadipane, uno dei soccorritori, che recita: “L’autoambulanza è stata allertata alle ore 16:52, mentre si trovava impegnata in un altro intervento. Nonostante ciò, ha deviato dal suo percorso verso il Pronto soccorso per prestare le prime cure a imageComparato alle ore 16:58 ed è arrivata al Pronto soccorso alle ore 17:09. I seguenti orari possono essere visionati presso la Centrale Operativa 118 di Caltanissetta dove esiste il sistema di registrazione”.

Per quanto riguarda le condizioni di Rosario Comparato, il ragazzo è stazionario ed è ricoverato al “Vittorio Emanuele” di Gela in attesa di essere trasferito a Palermo o Messina, appena si libererà un posto, per essere operato a causa delle fratture a zigomo, mandibola e arcata sopracciliare. Anche le Tac successive a quella effettuata sabato hanno escluso problemi cerebrali per il giovane giocatore biancorosso a cui ribadiamo gli auguri di pronta guarigione.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su