Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, al “san Giovanni di Dio” un altro prelievo multiplo di organi

Agrigento, al “san Giovanni di Dio” un altro prelievo multiplo di organi

sala operatoriaE’ stato compiuto un altro intervento di prelievo multiplo di organi all’ospedale “san Giovanni di Dio” di Agrigento

Loading...

Questa volta è stata operata una donna quarantasettenne, deceduta a causa di un’emorragia celebrale. L’intervento ha visto il coinvolgimento di chirurghi e operatori sanitari appartenenti ai diversi reparti ospedalieri seguiti dal responsabile dell’Unità di anestesia e rianimazione del nosocomio agrigentino, Alfonso Palillo.

“La Direzione strategica dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento – afferma il Direttore sanitario Asp, Silvio Lo Bosco – esprime una profonda soddisfazione per la perfetta riuscita del recente intervento di prelievo multi-organo e rimarca la professionalità e la dedizione mostrata dai medici e dagli infermieri che hanno lavorato in completa sinergia. Nonostante il fatto che l’ospedale di Agrigento sia privo del reparto di neurochirurgia, il che riduce necessariamente l’attività in termini di prelievo, esiste in azienda la reperibilità, trecentossessantacinque giorni l’anno, di un’equipe multidisciplinare che consente di recuperare con tempestività quegli organi che, in assoluta urgenza, possono salvare vite umane”.

“Ancora una volta – si legge in una nota – va certamente sottolineata la generosità dei familiari della paziente deceduta ed il grande valore umano sotteso alla scelta di acconsentire all’espianto degli organi. Si tratta di un gesto esemplare e da mettere in assoluta evidenza perché, grazie alla donazione, è oggi possibile offrire nuove speranze a molte persone in serie difficoltà. L’auspicio è che questo evento costituisca un esempio e possa agevolare uno slancio verso la consapevole cultura della donazione.

“A prescindere dalle nobili finalità etiche e medico-sociali sottese alla donazione – conclude Lo Bosco –  non vanno disattesi anche i risvolti in termini di raggiungimento degli obiettivi dell’Asp di Agrigento e dell’Assessorato regionale alla salute tendenti ad implementare al massimo le attività di trapiantologia in tutti i settori”

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su