Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Castrofilippo > Castrofilippo. Mozione di sfiducia al presidente del consiglio. “Operazione verità” della Sferrazza

Castrofilippo. Mozione di sfiducia al presidente del consiglio. “Operazione verità” della Sferrazza

castrofilippoIl presidente del consiglio di Castrofilippo, Giuseppina Sferrazza, è destinataria di una mozione di sfiducia e la stessa ha voluto replicare ai firmatari della mozione parlando di “operazione verità” e di “infondate inadempianze” addebitatele. In particolare le viene rimproverato “L’avere convocato il consiglio con gli estremi dell’urgenza e la mancata convocazione della Conferenza dei capi-gruppo”.

Loading...

Sferrazza ricorda che “la richiesta di convocazione di consigli comunali in via d’urgenza è sempre pervenuta o dall’amministrazione (Sindaco o giunta) o dai responsabili dei servizi (capi-settore) e comunque i requisiti di questa sono stati acclarati dallo stesso consiglio con votazione palese. In relazione alle conferenze dei capi-gruppo la scrivente ha sempre convocato delle riunioni di pre-consiglio. E inoltre, si ricorda che, pur avendo istituito le commissioni consiliari, il funzionamento, la convocazione e la gestione delle stesse spetta ai presidenti”.

La Sferrazza rimanda al mittente le accuse e anzi attacca sostenendo che “La verità dei fatti è che è in atto un’operazione spartitoria in cui la presidente del consiglio comunale ne è la vittima sacrificale”.

Quindi conclude auspicando che “la trattazione della mozione di sfiducia presupponga non un cambiamento di poltrone sulla base di accordi mai condivisi dalla scrivente, ma un momento di rilancio programmatico di tutta l’amministrazione con il coinvolgimento di nuove forze al fine di garantire alla nostra comunità una politica virtuosa di sviluppo e di vera attenzione ai problemi effettivi dei cittadini. È superfluo informare la cittadinanza che la scrivente, forte del sostegno morale avuto in questi giorni, nonostante le forti pressioni avute, non rassegnerà le proprie dimissioni al fine di evitare la discussione sulla propria mozione di sfiducia ma rilancerà in questi giorni il dibattito politico per la comunità che ama e apprezza lontano da logiche di spartizione di potere e di accordi inspiegabili e lontani dai bisogni della gente”.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su