Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, “No” della Corte dei Conti al vitalizio per Vincenzo Lo Giudice

Canicattì, “No” della Corte dei Conti al vitalizio per Vincenzo Lo Giudice

LO GIUDICEL’ex sindaco di Canicattì e parlamentare regionale, Vincenzo Lo Giudice, si è visto respingere dalla Corte dei Conti un primo ricorso avverso l’applicazione, in suo danno, delle previsioni dell’articolo 28 del codice penale, riguardo la concessione del vitalizio.

Loading...

Un’altra pagina giudiziaria, di natura contabile, riguarda l’ex deputato canicattinese, che ha scontato per intero la pena inflitta dalla Cassazione ad undici anni e quattro mesi di reclusione sull’inchiesta “Alta mafia”, culminata negli arresti del 29 marzo 2004.

La Corte dei Conti con un pronunciamento sfavorevole ha dato seguito alle previsioni dell’articolo 28 del codice penale in quella parte in cui prevede che “il condannato ad una pena con interdizione perpetua dai pubblici uffici, non può beneficiare degli stipendi, delle pensioni e degli assegni che siano a carico dello Stato o di un altro ente pubblico”, stabilendo non più erogabile il vitalizio ad un condannato a pene superiore ai cinque anni e all’interdizione dai pubblici uffici.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su