Tu sei qui
Home > Attualità > Dedalo Ambiente. Di Mauro torna a chiedere le dimissioni di Miceli

Dedalo Ambiente. Di Mauro torna a chiedere le dimissioni di Miceli

di mauro robertoGiusto un paio di giorni fa, Roberto Di Mauro, capogruppo del MpA all’Ars, aveva chiesto le dimissioni del commissario della Dedalo Ambiente, Rosario Miceli, a suo dire reo di una gestione fallimentare. Lo stesso Miceli aveva replicato parlando di dichiarazioni sorprendenti e prive di fondamento. Ma adesso il deputato agrigentino torna sulla vicenda rilanciando le sue accuse e la richiesta di dimissioni.

“Temo che il liquidatore della società Dedalo Ambiente – afferma Di Mauro – abbia solo tentato di mischiare le carte con dichiarazioni altisonanti con l’obiettivo di nascondere la realtà dei fatti. La verità è che la società Dedalo Ambiente, quando gestiva i servizi di raccolta e smaltimento, imponeva ai Comuni costi esorbitanti (eclatante il caso di Ravanusa che alla Dedalo pagava 1,8 milioni annui e oggi, con una gestione autonoma spende 1,3 milioni) e che oggi, pur essendo in liquidazione continua ad avere costi altissimi. La verità è che il processo di liquidazione della società continua va avanti da tre anni senza che se ne intraveda la fine, senza che nessuno conosca la reale situazione finanziaria e debitoria e, soprattutto con costi altissimi ed insostenibili per i Comuni. Visto che la scriteriata gestione pre-liquidazione e l’attuale liquidazione vedono lo stesso protagonista e soprattutto vedono una gravissima confusione di ruoli fra gestione commissariale e gestione liquidatoria con l’utilizzo della stessa partita IVA – conclude il parlamentare agrigentino –  non vedo alternative alle dimissioni del professor Miceli, quale elemento indispensabile per la chiusura della società in un percorso lineare e trasparente.”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su