Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì. Giovedì alla Madrice in scena “La Passione vivente”

Canicattì. Giovedì alla Madrice in scena “La Passione vivente”

IMG-20160314-WA0024Canicattì. Giovedì sera alle 20.30 in chiesa Madre a Canicattì il Gruppo Arte Drammatica, insieme ad un gruppo di “attori esterni”, porterà in scena “La Passione vivente”, un’opera teatrale che ripercorre appunto la Passione di Cristo scritta e diretta dal professore Antonio Scrimali.

E stamattina l’evento è stato presentato ufficialmente all’interno del “Palazzo Stella” dove era presente gran parte del cast con in testa Cristian Napoli, promotore dell’iniziativa.

Ma ecco nel dettaglio l’intero cast recitante: Cristian Napoli (Gesù), Matteo Martines (Caifas), Antonio Sanfilippo (Anna), Angelo Ferrante Bannera (Nicodemo), Vincenzo Avanzato (Pilato), Giovanni Paci (Quintilio), Gaetano Merulla (Giovanni), Salvatore Merulla (Pietro), Domenico Asaro (Giuda), Luigi Giorgi (Centurione), Antonio Di Franco (Primo soldato), Gaetano Cutaia (Capo delle guardie del Sinedrio), Antonio Cottitto e Gioacchino Golisano (membri del Sinedrio), Salvatore Fichera (Barabba), Tiziana Stincone (Maria Addolorata), Mariella Sancinito (Maria Maddalena), Daniela Saieva (Veronica).

La rappresentazione sarà impreziosita dalla presenza della cantante Ivana Baldo che interpreterà il Diavolo ed eseguirà le canzoni del professore Scrimali, mentre il narratore sarà Salvatore Castellano, presidente del Gad la cui collaborazione, come spiegato da Cristian Napoli, è stata fondamentale per la realizzazione dell’evento. Così come preziosa è stata la collaborazione di Salvatore Nicosia e Giusi Monelli per le scenografie e di Calogero Cigna nell’organizzazione di service e testi.

Durante la presentazione della manifestazione Angelo Ferrante Bannera ha dichiarato: “È un’iniziativa molto importante nata grazie alla grande disponibilità di Cristian Napoli. Speriamo di pote continuare a organizzare queste manifestazioni sempre meglio anche in Futuro”.

A rappresentare il cast proprio Napoli che interpreterà Gesù e ha aggiunto: “Spero di essere degno di questo ruolo. Il copione è molto impegnativo e lo ritengo una vera e propria opera. Ringrazio il Gad e tutti coloro i quali stanno, a vario titolo, partecipando all’organizzazione di questo spettacolo”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su