Tu sei qui
Home > Secondo Piano > Il canicattì vince ancora. Settecase, Falsone e Pirrotta firmano il 3-1 sulla Polisportiva Palma

Il canicattì vince ancora. Settecase, Falsone e Pirrotta firmano il 3-1 sulla Polisportiva Palma

tifosi canicattì

Il “Trio delle meraviglie”, Settecase – Falsone – Pirrotta, regala una nuova importantissima vittoria al Canicattì Calcio che continua la sua incredibile marcia verso i playoff. Una corsa e una rincorsa firmata proprio dal tridente che sta facendo impazzire i tifosi biancorossi. E se prima Falsone e Settecase ispiravano i gol di Pirrotta, adesso i tre trovano il gol con regolarità. E sognare per il Canicattì allora diventa più facile.

La partita di oggi ha opposto la quarta forza del campionato contro l’ultima ma la Polisportiva Palma, che domenica aveva addirittura battuto la Nissa capolista, ha tenuto bene il campo non rendendo la vita facile ai biancorossi.

Un derby è sempre un derby e gli animi si accendono al 14′ quando il Canicattì protesta in maniera vibrante per una manata di Ciscardi a Tinnirello che porta all’ammonizione del centrocampista palmese e di capitan Iannelo per proteste. Al 31′ Falsone spreca da buona posizione mentre al 34′ colpisce la traversa da posizione impossibile con un tiro cross di collo esterno dalla linea di fondo che si stampa sul montante.

Al 38′ la partita si sblocca grazie al rigore procurato da Pirrotta. Sul dischetto si presenta Settecase che incrocia col suo sinistro battendo Cigna e trovando così il suo secondo gol consecutivo dopo una lunga astinenza interrotta ad Aragona.

La gioia però dura due minuti perché Isaac Tano dai trenta metri si inventa un destro che sorprende Sarcuto e vale l’1 – 1. Il giocatore di colore corre sotto la tribuna mimando a più riprese un gesto che ricorda a tratti lo “You can’t see me” di John Cena e un saluto beffardo che i tifosi di casa non gradiscono. L’episodio rientrerà in parte quando a fine primo tempo, grazie all’invito dei compagni, Tano andrà a chiedere scusa.

A inizio ripresa Cambiano (entrato alla mezz’ora al posto di Tinnirello) e Pirrotta sfiorano il nuovo vantaggio che però viene trovato al 52′ da Falsone. Un supergol quello di Tanio Falsone che raccoglie un pallone vagante in area, con una finta elude la marcatura e con un destro secco ravvicinato non dà scampo a Cigna. Sesto gol nelle ultime quattro partite per Falsone, autentico uomo in più del Canicattì in questo momento.

La partita, molto tattica, non regala sussulti fino al 79′ quando Tano, di gran lunga il migliore dei suoi, fallisce il gol del 2 – 2 con un pallonetto che esce di poco a lato. Quindi a un minuto dal novantesimo Pirrotta, con un palombella beffarda di testa, batte Cigna per la terza volta e regala una nuova vittoria al Canicattì che fa festa insieme ai suoi tifosi sulle note di ” ‘O surdato ‘nnamurato”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su