Tu sei qui
Home > Attualità > Cgil, statuto dei lavoratori. Domani incontro a Canicattì

Cgil, statuto dei lavoratori. Domani incontro a Canicattì

 

logo-manifestazione-cgil-20ott12-roma“Una nuova carta dei diritti universali del  lavoro, un progetto di legge di iniziativa popolare, come nuovo Statuto dei Lavoratori”. Se ne parlerà, domani, a partire dalle 18, al Palazzo Stella, a Canicattì.

L’iniziativa è promossa dalla Cgil.

Diverse Leggi – ricorda Totò Treppiedi della Cigil, in questi ultimi anni hanno pesantemente colpito il mondo del lavoro: dal blocco delle assunzioni, al blocco dei contratti, dall’aumento dell’età pensionabile, all’aumento dell’età contributiva, provvedimenti questi che minano il turn – over e quindi l’ingresso  nel mondo del lavoro delle nuove generazioni, creando invece un mondo sommerso di lavoratori senza diritti ne futuro, con forme di lavoro precario, subordinato o parasubordinato, a progetto, fino a quello giornaliero od a orario con i famigerati voucher da comprare dai tabaccai, o anche finti lavori autonomi ma sempre flessibili, precari e discontinui, accentuando la separazione tra lavoratori garantiti e non garantiti, la contrapposizione tra generazioni, tra padri e figli.”

La Cgil “vuole estendere i diritti a chi non ne ha, garantire il diritto al lavoro, ridare al mondo del lavoro, tutele, garanzie, valorizzarne la sua funzione sociale. Per questo la proposta tende a riunificare il mondo del  lavoro, oggi profondamente diviso da Leggi che separano il Pubblico dal Privato, gli autonomi dai subordinati e per contrastare l’odioso strumento della flessibilità ed il superamento del precariato”.

“Vogliamo abolire tutte le disuguaglianze inique e dannose – conclude Treppiedi – riportare dignità e libertà nel mondo del lavoro, patrimonio comune dei cittadini, delle lavoratrici e dei lavoratori, finalmente liberi dal bisogno ed inseriti in una società realmente produttiva, umana, solidale”.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su