Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Porto Empedocle > Porto Empedocle, Sicilia Futura pensa ad una città diversa

Porto Empedocle, Sicilia Futura pensa ad una città diversa

paolo ferrara sicilia  futura“Sedotta, abbandonata e stuprata. Sembrerebbe la storia del principe sborone e della sua bella, e invece è la storia di Porto Empedocle. Lasciata sul selciato tra l’immondizia e i topi dopo averla fatta vivere tra feste e lustrini”. A denunciarlo è Paolo Ferrara, Dirigente provinciale di Sicilia Futura.

Loading...

“La mia vuole essere una amara quanto stravagante riflessione da condividere con i miei concittadini – aggiunge – perché solo loro e solo da loro può ripartire la città. Vi è la necessità di elementi di coesione e progetti di ripresa e sviluppo alternativi, seri, percorribili, laterali. Il buco lasciato potrà essere colmato solo ripensando a questa nostra cittadina e alle sue infinite potenzialità come punto di ripartenza con la speranza che ad occuparsi dei conti, non sia uno che ha studiato per questo ( con i risultati  che si sono visti), ma sia chi vuole davvero bene a questo meraviglioso paese”.

Ferrara elenca una serie di idee a sostegno della città. “Pensiamo per esempio ad una seria interazione con realtà anche lontane dalla nostra, dove insistono importanti frange di popolazione che vivono una condizione economica più solida della nostra e che posso trovare interessante quanto ci è stato donato da madre natura. Detta così sembrerebbe poca cosa, ma se il concetto venisse approfonditamente affrontato, potrebbe aprire scenari inimmaginabili”.

Poi, critico sul Pd, ricorda che è indispensabile far conoscere i programmi elettorali ai cittadini.  “Sarebbe interessante che  esterni in maniera precisa e dettagliata, quali che siano i programmi, le loro posizioni su argomenti come il rigassificatore, lo screening reale dell’attuale condizione economica del paese, e perché no, la individuazione di eventuali responsabilità. Aggiungo, sarebbe ancor più interessante se si potessero conoscere i contenuti del programma elettorale e la loro fattiva realizzazione non prescindendo dalla individuazione di chi andrà a candidarsi alla guida della città in rappresentanza del PD . Essere rappresentati sul territorio del primo partito della nazione, ritengo , imponga una ineccepibile chiarezza sul da farsi e sulle posizioni che si intendo prendere su determinati argomenti”.

 

 

 

 

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su