Tu sei qui
Home > Politica > Forza Italia Sommatino. Infuso: il governo Renzi non ha cuore le sorti della Sicilia e del Meridione

Forza Italia Sommatino. Infuso: il governo Renzi non ha cuore le sorti della Sicilia e del Meridione

infusoSommatino. L’esponente di Forza Italia Sommatino, Gianluca Infuso, interviene con una nota sulla crisi che sta vivendo il Sud e per stigmatizzare l’atteggiamento del governo Renzi nei confronti del Meridione e in particolare della Sicilia.

“Il grido di dolore dei sindaci va condiviso e sostenuto politicamente, poiché, – scrive Infuso – non è possibile amministrare senza soldi. Ogni anno, infatti, a causa della spending review si assiste sempre a un minore trasferimento di fondi. Basta prendere visione che in Italia il sistema dei trasferimenti dallo stato ai comuni delle regioni a statuto ordinario non riduce ma accresce il divario tra ricchi e poveri: in base a simulazioni SVIMEZ sugli schemi proposti da luca Antonini e Piero Giada, nel 2013 ai comuni del centro-nord è stato trasferito rispettivamente il 25% e il 300% in più del fabbisogno teorico standard, mentre ai comuni meridionali è arrivato soltanto il 53,5 % di quanto ipotizzato.

Quest’analisi – afferma con forza Infuso – fa comprendere come lo stato centrale, il governo Renzi, non ha a cuore le sorti del meridione e della Sicilia in particolare. Questo politica economica ha prodotto un aumento della pressione fiscale e un maggiore indebitamento dei comuni verso le banche, al fine di garantire stipendi e servizi, ma anche la mancanza di programmazione “infrastrutturale” in grado di dare quell’impulso all’economia locale, producendo cosi, un aumento della disoccupazione, dell’emigrazione, diminuzione delle opportunità di lavoro per le imprese etc. etc.

Richiamando l’articolo 119 della costituzione che, al comma 3, recita così: ‘lo stato istituisce un fondo perequativo per i territori con minore capacità fiscale per abitante, con la funzione di compensare, con i trasferimenti, la minor capacità fiscale delle aree più svantaggiate del paese, sia al Nord che al Sud’.

La situazione reale è contradditoria in quanto, chi ha bisogno di più continua a ricevere di meno e chi ha bisogno di meno continua a ricevere di più”.

Quindi per Infuso “sarebbe opportuno, produrre delle lotte nelle sedi opportune, manifestazioni e quant’altro necessario per riequilibrare questa situazione paradossale, naturalmente con il sostegno in primis dei sindaci. Per non soffrire più questa condizione, cosa bisogna fare, forse, non trasferire più i tributi a Roma e investirli nel nostro territorio?”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su