Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Licata, estorsione aggravata in concorso. Ai domiciliari tre persone

Licata, estorsione aggravata in concorso. Ai domiciliari tre persone

carabinieri licataI Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata hanno arrestato in flagranza di reato Claudio Iannì, 50 anni, disoccupato gelese, Andrei Stirbi, 27 anni, romeno residente a Gela, disoccupato, Renata Paun, 46 anni, romena residente a Palma di Montechiaro, bracciante agricola, tutti già noti alle forze dell’ordine, per tentata estorsione aggravata in concorso.

I militari hanno rintracciato e bloccato i tre mentre ricevevano da un 65enne licatese la somma di 200 euro, grazie alla quale avrebbe ricevuto indietro la propria auto, concessa , qualche giorno fa, temporaneamente in prestito alla bracciante agricola. I carabinieri hanno ammanettato i responsabili e  ritrovato la vettura in un’officina meccanica.

Gli arrestati, sono stati accompagnati nelle loro abitazioni per scontare gli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su