Tu sei qui
Home > Secondo Piano > Lotta all’inquinamento ambientale. Nel 2015 la polizia provinciale ha elevato 90 mila euro di multe

Lotta all’inquinamento ambientale. Nel 2015 la polizia provinciale ha elevato 90 mila euro di multe

polizia-provincialeLa polizia provinciale di Agrigento in collaborazione con il Settore Ambiente del Libero Consorzio ha reso noto il bilancio dell’attività svolta nel 2015 contro l’inquinamento ambientale.

Loading...

Controllati fiumi, torrenti e valloni su tutto il territorio agrigentino, impianti di depurazione comunali e quelli dei frantoi oleari e di varie attività produttive.

Le ispezioni hanno riguardato anche le riserve naturali e altre aree di particolare pregio ambientale per verificare la presenza di sostanze inquinanti. I controlli sui frantoi, eseguiti in due casi congiuntamente al personale dell’Arma dei Carabinieri, hanno portato al sequestro giudiziario di cisterne, discariche di residui di molitura delle olive e condotte per le acque di vegetazione, con comunicazione delle violazioni di legge alle Procure della Repubblica di Sciacca e Agrigento.

L’attività di vigilanza sull’ambiente è stata completata dal controllo sui litorali marini per verificare l’esistenza di scarichi di acque reflue e liquami. L’ammontare delle sanzioni amministrative elevate dalla Polizia Provinciale per violazioni alla normativa sugli scarichi di acque è stato, nel 2015, di 90 mila euro, circa il 60% delle sanzioni complessive elevate nel 2015.

Intanto continua l’impegno del Corpo di Polizia Provinciale del Libero Consorzio Comunale (ex Provincia Regionale), che, in linea con le direttive del Commissario Straordinario Marcello Maisano, è continuamente impegnato nei controlli di competenza dei Liberi Consorzi, a dispetto delle carenze di organico (solo 21 componenti, tra cui 19 agenti) e del ridotto budget, e dell’incertezza legata al futuro delle ex Province.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su