Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Questura di Agrigento. Diversi provvedimenti tra Canicattì, Porto Empedocle e Cattolica Eraclea

Questura di Agrigento. Diversi provvedimenti tra Canicattì, Porto Empedocle e Cattolica Eraclea

conferenza questura (3)Stamattina la Questura di Agrigento ha reso noti diversi provvedimenti che hanno interessato l’Agrigentino.

A. L. M., classe 1992, cittadino rumeno che abita a Canicattì, è stato inibito di fare ritorno nel Comune di Ravanusa, senza la preventiva autorizzazione, per tre anni tre in quanto responsabile di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Ai sensi dell’art. 2 del Decreto Legislativo nr 159/2011, su segnalazione del Commissariato di PS di Porto Empedocle, è stato applicato a R. A., classe 1993 abitante ad Agrigento, il foglio di via obbligatorio con il quale il Questore di Agrigento inibisce allo stesso di fare ritorno nel Comune di Porto Empedocle senza la preventiva autorizzazione per tre anni.

Ai sensi dell’art. 3 del Decreto Legislativo nr 159/2011, il Questore di Agrigento ha emesso il provvedimento dell’avviso orale a carico di O.G.V., classe 1969, cittadino rumeno, abitante a Cattolica Eraclea, con precedenti per: porto di armi od oggetti atti ad offendere e violenza sessuale su minori di anni 14.

Infine, ai sensi dell’Art. 8 della L. 38/2009, il Questore di Agrigento ha ammonito oralmente, invitandoli a tenere una condotta conforme alla legge, L. R. A., classe 1989, e L.R.A., classe 1957, entrambi residenti nel nisseno, i quali hanno posto in essere comportamenti minacciosi e lesivi della libertà personale nei confronti di due giovani coniugi, rispettivamente figlia/sorella e cognato/genero dei soggetti sottoposti alla misura di prevenzione.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su