Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > L’associazione pirotecnica italiana diffida il comune di Agrigento per i botti vietati

L’associazione pirotecnica italiana diffida il comune di Agrigento per i botti vietati

FUOCHI-DARTIFICIOLa “AssPi” (associazione pirotecnica italiana) ha inviato una diffida al sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, in seguito all’ordinanza che vieta l’utilizzo di fuochi d’artificio nel territorio del Comune di Agrigento in occasione del Capodanno.

 

L’associazione, che si dice pronta ad impugnare l’ordinanza e a chiedere un risarcimento per il danno economico subìto dagli operatori del settore, sostiene che “il divieto favorisce la diffusione di prodotti illegali da parte di rivenditori abusivi, con il paradossale effetto che un’ordinanza di questo tipo possa avere l’effetto contrario rispetto a quello che si intende perseguire”.

L’associazione che riunisce i venditori di prodotti pirotecnici suggerisce poi di “intraprendere provvedimenti che contrastino la vendita abusiva e l’utilizzo di prodotti illegali sicuramente pericolosi. Siamo contrari ad una ordinanza generica, in cui non si fa chiaro distinguo tra botti illegali e articoli pirotecnici legali che hanno tutti i requisiti di sicurezza per tutelare,se usati correttamente, i consumatori, la flora e la fauna”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su