Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Mutilati e invalidi del lavoro. L’Anmil avvia nuovi progetti in provincia di Agrigento

Mutilati e invalidi del lavoro. L’Anmil avvia nuovi progetti in provincia di Agrigento

IMG-20151209-WA0027
Sergio Mustica, Michele Nantele, presidente provinciale Anmil, Antonino Capozzo, presidente regionale Anmil

Agrigento – Al via un nuovo un percorso formativo per dirigenti dell’Anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro).  L’obiettivo è quello di rafforzare la presenza dell’associazione nel tessuto sociale della città e del territorio attraverso tavoli di collaborazione e di progettazione con le istituzioni e con i sistemi associativi.

“L’Anmil –  spiegano Antonino Capozzo e Michele Nantele, rispettivamente presidenti regionale e provinciale –  è un’associazione particolare ed unica, la più grande dell’Europa che rappresenta gli invalidi  e le famiglie delle vittime del lavoro. Ad Agrigento – aggiungono – abbiamo oltre 2400 iscritti, in Sicilia i soci sono circa 50mila. Le proposte che vorremmo sviluppare con l’istituzione sono collegate alla nostra specificità. Come, per esempio, un’agenzia del lavoro, che sarà presentata sabato, a Caltanissetta, presso i locali dell’ associazione Anmil, in piazza Luigi Pirandello,19, alla presenza  del presidente Nazionale Franco Bettoni, dell’assessore al Lavoro, Gianluca Miccichè, e del Direttore Generale, Sandro Giovanelli”.

Inoltre, Capozzo e Nantele annunciano: “la creazione di nuove imprese che possono inserire invalidi del lavoro , vedove, orfani e giovani disoccupati; l’ accessibilità per i luoghi del turismo della città, della Valle dei Templi e le spiagge; l’assistenza agli anziani con servizi innovativi di pieno inserimento sociale”. Questi progetti saranno presentati, nelle prossime settimane, dall’ assessore al Lavoro Miccichè  e dal presidente regionale, Antonino Capozzo, alle istituzioni e alle associazioni del territorio.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su