Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > La denuncia di Di Natali: la situazione al Pronto soccorso ad Agrigento non è migliorata

La denuncia di Di Natali: la situazione al Pronto soccorso ad Agrigento non è migliorata

enzo-di-natali-e1333094164757Agrigento. “Da quando abbiamo posto all’attenzione degli organi competenti la grave situazione in cui versa il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Agrigento sembra che la situazione non sia per niente migliorata”. La denuncia arriva dal presidente del Centro Bioetica Evangelium Vitae Enzo Di Natali che afferma: “Se per un verso dobbiamo riconoscere lo sforzo immane che il personale svolge in questo delicato reparto (medici, infermieri, vigilanti) per altro verso non possiamo chiudere gli occhi sul fatto che i pazienti sono costretti a fare lunghe e lunghe ore di coda prima di terminare l’iter diagnostico. Un lungo tempo che diventa snervante, allucinante, spesso causa di angoscia soprattutto per le persone anziane, costrette a stare in ansia e in condizioni che non rispettano la dignità della persona umana.

La grave situazione del Pronto Soccorso, costretto ogni giorno a far fronte ad una richiesta di quasi 200 interventi al giorno, – conclude Di Natali – è segno inequivocabile di un mal funzionamento della medicina di base, cioè dei cosiddetti medici di famiglia e delle guardie mediche poste sul territorio”.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su