Tu sei qui
Home > Attualità > Delia. Enorme successo per la festa dell’Immacolata. Tante le novità. A Delia il Vescovo Russotto

Delia. Enorme successo per la festa dell’Immacolata. Tante le novità. A Delia il Vescovo Russotto

immacolata delia (5)Delia. Quella dell’Immacolata a Delia è stata da sempre una festa molto sentita ma quest’anno, verosimilmente grazie all’input di don Leandro Giugno, da pochi mesi nuovo rettore della chiesa di S. Antonio, ha registrato una crescita incredibile. Il comitato è cresciuto in maniera esponenziale arrivando a circa 350 soci che, guidati dal procuratore Gianni Di Naro e dal presidente, lo stesso don Leandro Giugno, hanno organizzato la Novena e la festa che, mai come quest’anno, ha registrato tante novità e una presenza enorme di presenti durante la Messa celebrata dal Vescovo Monsignor Mario Russotto, durante il giro per le vie del paese per “Li vampi” e più in generale in tutti i momenti della festa.

Loading...

Ogni giorno la chiesa di S. Antonio è stata gremita di fedeli per la Novena ed è stato così anche lunedì sera per la Messa solenne celebrata da Mons. Mario Russotto e concelebrata da tutti i sacerdoti deliani alla presenza dell’amministrazione comunale. In apertura don Leandro Giugno ha detto: “Sua Eccellenza, la accogliamo con gioia e vogliamo ringraziarla per il suo Ministero che svolge con zelo e passione. La ringraziamo per la sua presenza qui in mezzo a noi e a nome personale esprimo la mia gratitudine a lei per la stima, la fiducia e l’affetto nei miei confronti”.

Nonostante qualche problemino di salute Mons. Russotto non è voluto mancare alla festa perché “Conosco la grande devozione dei deliani nei confronti dell’Immacolata”. Quindi il Vescovo ha esaltato il “Lavoro straordinario di don Leandro in mezzo a voi in comunione con tutti i sacerdoti. Grazie Leandro per quello che stai facendo e per comeimmacolata delia (20) stai svolgendo il tuo Ministero. Nella tua semplicità sei un fiume che trascina”. Durante l’omelia il Vescovo ha detto: “Da questa chiesa deve uscire il profumo di Cristo e del Vangelo e la purezza dell’Amore, la purezza di Maria. Bisogna seguire il suo esempio perché si può e si deve vivere come Maria”. Riprendendo le parole del Vangelo “Ti saluto o piena di grazia”, Monsignor Russotto ha evidenziato l’importanza del saluto, “Piccolo ma importante gesto. E allora prima di venire in chiesa a presentare le vostre offerte riconciliatevi con i fratelli. Apritevi alla gioia – ha aggiunto – la gioia vera che dà Cristo quando lo accogliamo veramente nella nostra vita”.

Parlando della Madonna il Vescovo ha spiegato: “Maria ci sembra inarrivabile, irraggiungibile. Ma Maria è donna nel corpo e nella sensibilità. Si turba, si inquieta, si interroga ma non rinuncia alla sua maternità e alla sua sponsalità. E allora non abbiate paura di avere dubbi, di interrogarvi e interrogare perché bisogna essere schietti con Dio. In Maria Dio e l’umanità si riconciliano. Voi non abbiate paura del vostro cuore, sentimenti ed emozioni. Dio non va amato in maniera astratta ma con pensieri, sentimenti ed emozioni appunto. Maria – ha detto in conclusione – è la carezza di Dio per noi. Anche tu puoi dire ‘Eccomi, sono la serva/o di Dio’. Anche Delia dica sì a Dio”.

immacolata delia (27)Dopo la Messa è stata la volta delle “Vampe”, i falò accesi per le vie del paese che per la prima sono stati benedetti. La prima “vampa”, accesa davanti la chiesa, è stata benedetta dal Vescovo mentre le altre sette (un numero che non si vedeva da anni) sono state benedette da padre Giugno che si è anche dilettato ad appiccare il fuoco insieme ai tanti ragazzi e volontari che le hanno realizzate. E altra novità, al termine d “li vampi” in piazza S. Antonio il comitato ha offerto pane, salsiccia e “muffuletta” a tutti prima di una gran bella festa tra balli e canti all’interno dell’oratorio mentre la chiesa era aperta permettendo a tutti di vivere momenti di preghiera e raccoglimento notturni.

Quindi la musica della banda “Petiliana” durante il “Mattutino” alle 4.30 ha svegliato il paese per la Messa delle 6. Le Messe sono state celebrate anche alle 9, alle 11 e alle 18. Alle 12 si è svolta l’Avanzata per l’aggiudicazione del palio e in serata alle 19 la processione e a seguire i fuochi d’artificio che hanno chiuso il programma della festa.

Grande gioia per don Leandro Giugno e tutto il comitato per una festa caratterizzata da grande entusiasmo e partecipazione che non si vedevano da tanti anni. E da parte del comitato arriva il ringraziamento a tutti i soci, a tutti quelli che hanno collaborato a vario titolo all’organizzazione e, tra gli altri, al promotore in Canada Salvatore Strazzeri per la sua devozione e generosità.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su