Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Incontro per salvare l’Agenzia delle entrate a Canicattì. Emergono segnali positivi

Incontro per salvare l’Agenzia delle entrate a Canicattì. Emergono segnali positivi

incontro x agenzia delle entrateCanicattì. Il presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Agrigenti Salvatore Russo ha definito “Positivo il riscontro registrato nel corso dell’incontro tenutosi a Palermo presso la sede della DRE Sicilia, tra Antonio Gentile, direttore dell’Agenzia delle Entrate della Sicilia, e la delegazione del comune di Canicattì formata dal sindaco Vincenzo Corbo, dal presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Agrigento Salvatore Russo, dall’assessore al bilancio del comune Patrizia Bennici e da Michele Di Rocco alla presenza anche di Francesco Tusa, area staff direzione”.

Loading...

Lo stesso Russo ha spiegato che “Nel corso del cordiale incontro il sindaco di Canicatti ha illustrato le motivazioni di fondo che giustificano la necessità di scongiurare la chiusura della sede territoriale dell’Agenzia delle Entrate di
Canicatti. L’ufficio territoriale infatti serve una utenza di circa 150.000 abitanti per un hinterland di 10 comuni (Canicatti, Castrofilippo, Racalmuto, Grotte, Naro, Camastra, Campobello di Licata, Ravanusa, Licata e
Palma Montechiaro) e ospita al proprio interno l’unico sportello della SERIT in zona”.

Russo ha messo in risalto come “la chiusura dell’ufficio rappresenterebbe un irreparabile danno sociale, economico e funzionale per le comunità interessate, che si vedrebbero costrette a trasferte dispendiose e stressanti in ordine di tempo, denaro e logistica, data anche la localizzazione ed il sovraffollamento di utenze, già adesso persistente nella sede di Agrigento”.

Quindi Corbo al direttore Antonio Gentile ha notificato l’assoluta volontà dell’amministrazione comunale di Canicattì di mettere a disposizione dei locali idonei per ospitare la sede dell’agenzia delle entrate territoriale ed evitare la chiusura e lo spostamento ad Agrigento.

E Gentile dal canto suo ha accolto l’offerta del sindaco e ha rassicurato la delegazione sulla possibilità di scongiurare la chiusura dell’ufficio territoriale di Canicattì con la dotazione da parte del Comune di locali idonei ad accogliere la sede territoriale.

Adesso è previsto uno scambio di documentazione da protocollo che l’amministrazione comunale dovrà trasmettere nell’immediato per dare la possibilità ai tecnici dell’Agenzia delle Entrate regionale di potere valutare la possibilità di trasferire nella prospettata nuova sede messa a disposizione dal Comune la struttura esistente.

In conclusione Russo ha messo in risalto come “Questa vicenda ha fatto si che nascesse una piena sinergia ed uno spirito di squadra tra il sindaco di Canicattì Vincenzo Corbo, che da subito ha preso a cuore la vicenda, Ivan Paci, componente la segreteria del Ministro Angelino Alfano, e la delegazione dei commercialisti canicattinesi e dei Comuni interessati”

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su