Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Omicidio collaboratrice TeleTUA: il padre parte civile contro Azzarello

Omicidio collaboratrice TeleTUA: il padre parte civile contro Azzarello

alina teletuadi Gabriele Terranova – Il padre di Alina Condurache, la giovane 22enne narese, collaboratrice di TeleTUA, uccisa il 3 dicembre scorso dal fidanzato, il palmese Angelo Azzarello, sarà parte civile nel processo che vede imputato l’ex fidanzato della figlia. Lo ha precisato il legale di Costantin Condurache, il papà della rumena, che ha anticipato, che nell’udenza prevista per febbraio produrrà dei documenti al tribunale, senza specificarne il contenuto.

Loading...

 

EXCURSUS

Azzarello nel rendere ampia confessione e confermando la gelosia come movente (la ragazza aveva deciso di lasciarlo) ha anche indicato il posto esatto – contrada Cipolla in territorio di Palma di Montechiaro – dove era stata nascosta la pistola, una Makarov calibro 7,62 di fabbricazione serba.

alinaAzzarello è accusato di aver esploso – in contrada Cipolla, vicino la sua casa di campagna– due colpi di pistola contro la donna, uccidendola, che lo stava per lasciare. Il grave episodio è avvenuto lo scorso 3 dicembre a tarda sera.

Azzarello lascia dunque il carcere ma resta detenuto e la decisione del Tribunale della libertà potrebbe essere stata presa anche in considerazione del fatto che il palmese avrebbe tentato un paio di volte il suicidio e per questo il Tribunale stesso ha nominato un perito per valutare le condizioni psichiche del giovane.

Vogliamo ricordare Alina con un articolo, l’ultimo suo articolo, pubblicato su teletua il 22 Maggio 2012:

http://www.teletua.com/2012/05/22/naro-iniziatii-preparativi-in-onore-di-san-calogero-2012/

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su