Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Raffadali, ritorno all’acqua pubblica il 27 incontro con il commissario dell’Ato idrico di Agrigento.

Raffadali, ritorno all’acqua pubblica il 27 incontro con il commissario dell’Ato idrico di Agrigento.

  Raffadali- Sarà composta da 5 rappresentanti della maggioranza ed altrettanti dell’opposizione la delegazione che il 27 novembre prossimo incontrerà il commissario dell’Ato idrico di Agrigento, per discutere  del ritorno all’acqua pubblica a Raffadali. La delegazione del centro sinistra sarù  costituita da Filippo Plano, Salvatore La Longa,  Claudio Di Stefano, Giuseppe Bartolomeo e Salvatore Librici. In quell’occasione, la delegazione chiederà  al commissario: la sospensione della messa in opera dei contatori nel territorio del comune di Raffadali, in attesa di conoscere l’esito della delibera consiliare approvata all’unanimità e che sancisce il ritorno alla gestione pubblica dell’acqua,  che i cittadini a cui sono stati installati i contatori, (circa 500)  dovranno pagare il consumo  a forfait, fino a quando non si deciderà di mettere i contatori per tutti o la loro dismissione; non possiamo accettare che nello stesso paese alcuni paghino a tariffa ed altri a forfait, rivedere il piano tariffario precedente approvato dallo stesso ATO, prevedendo una prima fascia sociale, che assicuri a tutti un minimo di 50 litri al giorno per componente nucleo familiare, il cui costo meramente simbolico, potrebbe essere posto a carico del costituendo fondo di solidarietà, per le famiglie meno abbienti; una seconda fascia fino a garantire un minimo di 150 litri al giorno per componente nucleo familiare con una tariffa non superiore a quella prevista nel tariffario dell’ato , o ato di Siracusa, che sono già di gran lunga inferiori a quelli di Agrigento.  Detrarre dalla fattura il costo della depurazione per quei cittadini che non hanno allacciate le fogne alla condotta comunale, in quanto lontani e forniti di idoneo pozzo nero.
Verificare con le associazioni di consumatori la reale funzionalità dei contatori che si vorrebbero installare, al fine di verificare che gli stessi siano in grado di non contare i mc.  di aria, ma solo l’acqua utilizzata dal cittadino. Che l’attuale gestore dell’acqua in provincia di agrigento garantisca l’erogazione del servizio H24 e senza interruzioni, al fine di evitare che il contatore conti l’aria facendola pagare per acqua. Che girgenti acque, gestore anche del depuratore per Raffadali provveda ad assicurare la corretta funzionalità e provveda immediatamente alla messa in sicurezza della struttura.
 imageimage
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su