Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Sabato presentazione di un libro su Delia e le sue chiese

Sabato presentazione di un libro su Delia e le sue chiese

riccobene (2)Delia. Sabato 14 novembre alle 16.30 nella sala consiliare del Comune di Delia sarà presentato il libro di Emanuele Riccobene dal titolo “Lo sviluppo storico-artistico nelle chiese di Delia”. 

Loading...

29enne di Delia, Riccobene si è laureato con il massimo dei voti in Scienze storiche nel 2011 specializzandosi in Studi storici e geografici (2014) all’Università di Palermo.

Il libro che verrà presentato sabato è la rivisitazione della tesi di laurea realizzata nel 2011 ma anche il frutto di un lavoro di approfondimento realizzato a partire dal settembre 2014 e che ha portato a questa opera che vanta la prefazione della professoressa Maria Giuseppina Mazzola, relatrice dello stesso Riccobene e docente di storia dell’arte moderna presso la facoltà di Scienza della Formazione dell’Università di Palermo.

Proprio la professoressa Mazzola, insieme al sindaco di Delia Gianfilippo Bancheri, interverrà durante la presentazione che è stata patrocinata dal Comune a cui l’autore donerà delle copie.

Nel lavoro Emanuele Riccobene si è occupato di storia dell’arte moderna e quindi del periodo che va dalla fondazione di Delia, avvenuta nel 1597, alla fine del Settecento. Per cui, tralasciando la chiesa della Croce, realizzata in età contemporanea, l’attenzione è posta sulla chiesa Madre, nata su una chiesa bizantina del 1300, Itria, S. Antonio e Carmelo (quest’ultima col convento carmelitano voluto dal barone Gaspare Lucchese) nate nel ‘600. Tutte chiese comunque restaurate o ricostruite nel ‘700. Ma va fatto un distinguo: le sviluppo architettonico è analizzato fino al 2011; statue, affreschi, tele, cornici, quadri e opere varie solo dell’epoca moderna. 

<<Ciò che mi ha spinto a scrivere questo libro – spiega Emanuele Riccobene – è la volontà di valorizzare il paese e la storia locale e rendere la cittadinanza consapevole e partecipe delle bellezze di cui dispone. Inoltre, per certi versi, vorrei stimolare il turismo e la gente a venire a Delia. Proprio per questo, ad esempio, ho lasciato le foto delle opere in bianco e nero affinché i lettori, magari incuriositi, possano venire a Delia a visitare le nostre chiese e le nostre bellezze>>.

Membro di SiciliAntica di Caltanissetta, Riccobene ne ha invitato tutte le sedi regionali, la presidenza e il consiglio regionale. E ancora le autorità civili, religiose e militari di Delia e non solo.

 

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su