Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Storia, cultura e società. Dimenticato il castello di Canicattì

Storia, cultura e società. Dimenticato il castello di Canicattì

20151109_172210Canicattì – Una vegetazione spontanea cresce all’interno del Castel Bonanno. I ruderi dell’antica fortezza, una dei simboli storici della città, versano nel totale abbandono. Sterpaglie ed erba incolta dominano l’intero spazio e deturpano il castello, costruito dagli Arabi nel IX secolo e, secondo la tradizione, diventato famoso in tutta la Sicilia grazie al Conte Ruggero, il quale vi avrebbe trasportato le armi sottratte agli Arabi nella battaglia di Monte Saraceno, per consacrarle all’Immacolata in segno di gratitudine per il miracolo ricevuto.

Loading...

A segnalarlo sono i cittadini, i quali lanciano un appello all’amministrazione comunale affinché la fortezza possa essere ripulita e riportata allo splendore di un tempo.

Lo stato attuale in cui versa il Castel Bonanno appare quasi un’offesa alla storia e alla cultura di Canicattì e dei suoi abitanti, che si chiedono perché non recuperarlo e contribuire a rilanciare il turismo locale e di conseguenza l’economia cittadina.

 

GALLERY

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su