Tu sei qui
Home > Attualità > Campobello: “Libriamoci” all’I.C San Giovanni Bosco

Campobello: “Libriamoci” all’I.C San Giovanni Bosco

imageL’Istituto Comprensivo Statale “S. G. Bosco“ di Campobello di Licata, presieduto dal dirigente prof. Michele Di Pasquali, ha aderito con entusiasmo, anche alla seconda edizione di “Libriamoci”, nelle specifiche giornate di lettura previste per le scuole di tutta Italia. Ha perseguito peraltro il loro precipuo obiettivo di coinvolgere gli studenti in prima persona, avvicinandoli ai libri attraverso attività di lettura ad alta voce, organizzate con la partecipazione straordinaria di “lettori speciali”, quali nonni e attori di compagnie teatrali territoriali. Tale iniziativa, promossa dall’ins. Giusy Natalia Aronica, ha così privilegiato l’“invito all’ascolto” con il rilancio della “funzione lettura”, soprattutto fra le nuove generazioni, alla luce del “potere della parola”, in contrapposizione all’invadente odierna “cultura dell’immagine”.

Loading...

La manifestazione ha coinvolto tutti i plessi dell’Ist. Compr. “S.G.Bosco”, dalla scuola dell’infanzia alla primaria e alla secondaria di 1° grado, con la calendarizzazione dei diversi eventi previsti nella settimana interessata, dal 26 ottobre al 31 ottobre 2015.

I bimbi dei quattro plessi della scuola dell’infanzia, sono stati piacevolmente coinvolti nell’ascolto, comprensione e drammatizzazione del testo “I tre porcellini”, simpaticamente interpretato da” narratori speciali”, come i nonni Giusi Zammuto, Carmela Di Liberto e ins. Giuseppina Sansone.

Le classi prime di scuola primaria, hanno lavorato sull’ascolto e comprensione del testo “ I musicanti di Brema”, e sulla sua successiva rappresentazione in sequenze grafico-pittoriche.

“Lettori speciali”i nonni: prof. Giovanni Intorre e prof. Rosalba Di Grado nella 1^A;ins. Antonietta Puleri nella 1^B; Maria Luisa Tornambè nella 1^E e Giovanni Tornambè nella 1^F.

Le insegnanti delle classi seconde hanno animato con “I nonni raccontano”, le favole di Esopo e Fedro. In particolare, la 2^ A e 2^ B hanno scelto il testo “La cicala e la formica”, interpretato dai nonni: ins. Teresa Favata, prof. Giovanni Intorre e prof. Rosalba Di Grado

La classe 2^ C ha rielaborato il testo “ Il ladro beffato “, letto dalla nonna Anna Termini e illustrato dagli alunni con ricche sequenze e didascalie.

La classe 2^ D ha scelto la favola “Il leone e il topo”, interpretata dalla nonnina Maria Giovanna Giordano. Gli alunni si sono divertiti a costruire, persino la carta d’identità dei relativi personaggi.

Per la classe 2^ F si è cimentata come nonnina l’ins. Adele Perez, leggendo il testo “Il lupo e il cane “.

Gli alunni delle classi terze e quarte della scuola primaria hanno curato la drammatizzazione de “La piccola fiammiferaia”, con parodia del testo invero assai divertente e la lettura animata da pantomima della favola di “Cappuccetto Rosso”, magistralmente interpretata dalle bravissime piccole attrici di terza media Noemi Di Caro, Mayda Napoli e Martina Reitano, dell’Associazione Accademia d’Arte, diretta da Rosario Ragusa e Morena Rizzo brillanti autori e registi dei predetti testi rivisitati.

Le classi quinte della scuola primaria e le classi prime della secondaria di 1° grado, sono state coinvolte nell’ascolto del testo “Il mago di Oz”, magnificamente interpretato e animato dalle attrici Floriana Amato,Giusi Innocenti, Domenica La Greca,Lucia Petix e Flavia Tedesco, della Cooperativa Studio Teatro di Croce Costanza. La proiezione delle relative slide immagini hanno reso ancora più piacevole e accattivante la rappresentazione eseguita.

Grazie a tanta iniziativa, la nostra scuola ha così posto la lettura al centro dell’attenzione e dell’interesse degli alunni, ridandole primaria importanza e valore in un Paese dove i dati segnalano, purtroppo, scarso amore e disinteresse per i libri e da fatto puramente meccanico, la lettura, nella predetta settimana si è sicuramente trasformata in un riuscitissimo gioco divertente, creativo e coinvolgente.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su