Tu sei qui
Home > Attualità > Canicattì in Movimento interviene sul ritorno all’acqua pubblica

Canicattì in Movimento interviene sul ritorno all’acqua pubblica

acqua canicattìCanicattì. Il consiglio comunale di Canicattì venerdì ha votato la fuoriuscita dalla gestione “Girgenti Acque” e il ritorno all’acqua pubblica e su quanto accaduto sono intervenuti i 5 stelle che parlano di “Serata storica” anche alla luce dell’invasione di cittadini in aula consiliare.

Loading...

Per gli esponenti di “Canicattì in Movimento” i consiglieri “non potevano tirarsi indietro di fronte ad una platea che chiedeva l’uscita di scena della Girgenti Acque. Sindaco e consiglieri hanno dovuto rispettare la volontà popolare”. E gli attivisti grillini evidenziano come “Finalmente la cittadinanza ha dimostrato interesse su un grave problema che affligge la vita della nostra città e con la partecipazione massiccia ha reso possibile che questo cambiamento avvenisse. Era da tempo che noi auspicavamo questo scenario. Abbiamo sempre cercato di stimolare e coinvolgere i nostri concittadini alla partecipazione ai consigli, fornendo anche loro, se impossibilitati ad essere presenti, il servizio delle diretta in streaming delle sedute. Crediamo che l’informazione sia la soluzione migliore affinchè i cittadini possano controllare l’operato dell’amministrazione”.

La nota di Canicattì in Movimento va oltre: “Il problema più grave dalle nostre parti  – si legge – è da sempre la mancanza della politica, con la P maiuscola. Il fatto che subito dopo il consiglio tutte le forze politiche (si fa per dire) siano d’accordo con l’acqua pubblica fa capire tante cose. Ma dove sono stati costoro fino adesso??? Come mai ci sono voluti ben tre consigli per approvare la tanto agognata delibera???  Potremmo cavalcare anche noi questo successo: infatti potremmo dire che abbiamo portato noi tutte quelle persone in aula, potremmo dire che abbiamo stimolato le parrocchie, potremmo dire che abbiamo partecipato a tante manifestazioni in tutta la Regione su questo tema, potremmo dire che abbiamo fatto gazebo, comunicati stampa, sensibilizzato la gente, raccolte firme on-line, una settimana incessante di volantinaggio, interviste presso le Tv locali, ecc. ecc.
Ma non ci interessa, prendetevi voi tutti i meriti! Spiacente per voi ma l’acqua è trasparente, non ha nessun colore, tanto meno un colore politico … e la gente lo sa!!!
A dimostrazione di questo, al termine della votazione, noi e tutti gli altri 200 presenti, non siamo rimasti lì ad ascoltare le solite vostre sterili e futili sceneggiate da campagna elettorale. Ma, con la vittoria in tasca, siamo andati a festeggiare!
E’ chiaro – conlude la nota – che non siamo ancora fuori dalla gestione privata della Girgenti Acque, però questo è un primo e importantissimo passo verso la gestione pubblica delle reti idriche e fognarie. Mentre loro continueranno a ‘scornarsi’ per prendersi i meriti di chi ha voluto l’acqua pubblica, noi rassicuriamo i nostri concittadini che non smetteremo di vigilare e pressare per la soluzione definitiva del problema”.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su