Tu sei qui
Home > Politica > Forza Italia CL: in Sicilia una provincia americana

Forza Italia CL: in Sicilia una provincia americana

imageIl componente provinciale di “Forza Italia Caltanissetta”, Gianluca Infuso, ha diffuso una nota stampa in riferimento all’adesione di alcuni comuni del nisseno al libero consorzio di Catania

Loading...

“Alla luce dell’adesione di Niscemi per la città metropolitana di Catania, la provincia di Caltanissetta – scrive – riduce la propria popolazione di circa il 40%. Da sottolineare che, già un mese a dietro, la città di Gela aveva aderito e quindi, oltre alla popolazione, la provincia di Caltanissetta perdeva anche il polo del petrolchimico, vero volàno dell’occupazione e dell’economia della provincia nissena.

Tutto ciò ha determinato per la provincia nissena un arretramento dal punto di vista demografico, industriale e commerciale rendendola tra le più povere d’Italia e probabilmente determinerà ulteriore disoccupazione e di conseguenza un abbondante flusso migratorio; a tutto ciò va aggiunta la chiusura delle province regionali di Caltanissetta e l’apertura dei liberi consorzi che ha determinato una mancanza di riferimenti per la popolazione e di sicuro non si sono ottenuti i benefici propagandati dall’antipolitica che manifestava un risparmio di soldi pubblici.

L’antipolitica del Movimento 5 stelle – continua Infuso – non ha fatto altro che fare indietreggiare questa provincia. Lo dimostrano palesemente i fatti, poiché il loro deputato regionale Giancarlo Cancellieri era sceso in campo a Gela portando avanti delle tematiche pro adesioni Catania, infischiandone delle conseguenze e delle ricadute negative per la provincia nissena”

E gettando lo sguardo proprio su Catania Infuso evidenzia che “oltre alla base militare di Sigonella (base americana), si aggiunge un’altra struttura quale il MUOS (stazione americana). Sempre nel territorio catanese oggi ricadono i pozzi petroliferi di Gela. Il prossimo obiettivo sarà forse l’adesione del petrolchimico di Priolo? Tutto questo mi fa riflettere: ma si è costituita in Sicilia una provincia a “stelle e strisce”?”

Ma soprattutto ciò che non convince Infuso è il fatto cheper le elezioni regionali sia Gela che Niscemi voteranno con il collegio di Caltanissetta” e questo lo porta a chiedersi in conclusione “che senso ha tutto questo ?”

 

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su