Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Fallimento della cantina “Enocarboy”. Chiesto rinvio a giudizio per 13 indagati

Fallimento della cantina “Enocarboy”. Chiesto rinvio a giudizio per 13 indagati

tribunale sciaccaLa Procura della Repubblica di Sciacca ha chiesto il rinvio a giudizio per tredici persone indagate per il fallimento della cantina “Enocarboy” avvenuta nel 2010. Gli indagati sono gli ex componenti del Consiglio di amministrazione Arturo Morreale (49 anni, Sciacca), Francesco Turturici (75, Sciacca), Giuseppe Tulone (71, Sciacca), Matteo Cutino (54, Ribera), Giuseppe Bono (49, Sciacca), Antonio Sutera (58, Sciacca), Salvatore Ciaccio (77, Sciacca), Antonino Raffa (84, Cianciana), Pasquale Caro (70, Montallegro) e gli ex liquidatori Domenico Marchica (81, Agrigento), Concetta Chiaruni (67, Porto Empedocle), Vincenzo Marinello (45, Sciacca).

Loading...

Secondo l’accusa mossa dalla Procura, i libri e le scritture contabili non permetterebbero appositamente la ricostruzione del patrimonio ambientale e i movimenti. Ed ancora, tramite alcune operazioni, sarebbe stato ritardato il fallimento aggravando il dissesto della società.

L’udienza preliminare è stata fissata per il 30 ottobre davanti al Gup del Tribunale di Sciacca Luisa Intini.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su