Tu sei qui
Home > Rubriche > Il menù della settimana

Il menù della settimana

Il primo numero di questa rubrica è dedicato all’autunno, una stagione che s’impone in cucina con i suoi mille colori e profumi contrastanti, lasciandosi alle spalle i freschi menù estivi. Ortaggi, legumi e sapori prettamente autunnali prendono dunque il posto dei classici piatti freddi. Per proporvi le migliori ricette della tradizione culinaria agrigentina abbiamo coinvolto nel nostro progetto il ristorante Ponticello, che si trova a Canicattì in via G. Puccini n.30, ed in particolar modo il cuoco Diego Cangialosi, esperto conoscitore dei sapori di una volta. Gusto e cortesia contraddistinguono questo ristorante, specializzato nella preparazione di piatti tipici locali ma non solo. Il Ponticello effettua anche banchetti per ogni tipo di ricorrenza e dispone di una sala privè per eventi particolari, all’insegna della riservatezza e della privacy. Su consiglio dello chef abbiamo pensato di proporvi il Menù della Settimana, composto da un antipasto, un primo e un secondo, ovviamente tutte specialità tipiche siciliane. Ecco di seguito le nostre ricette.

Loading...

Caponata di melanzane

Ingredienti per 4 persone

• 4 melanzanecaponata di melanzane
• 2 cipolle
• 30 grammi di capperi dissalati
• basilico fresco
• 1 peperone
• 2/3 pomodori rossi
• olive verdi
• 100 grammi di polpa di pomodoro
• olio di oliva
• sale e pepe q.b.
• zucchero e aceto q.b.

Preparazione

Pelate le melanzane a strisce, cercando di ottenere il tipico effetto zebra, tagliatele a cubetti da 3/4cm e mettetele sotto sale per un’ora, per far perdere loro l’amaro. Successivamente, dopo averle risciacquate bene con l’acqua, asciugatele e friggetele in abbondante olio per pochi minuti. La cottura non deve essere completa. Scolatele e asciugatele con della carta da cucina. Successivamente tritate la cipolla e tagliate il peperone a filetti, mettendo questi ingredienti in un tegame a parte; aggiungete le olive verdi, i capperi dissalati, un filo d’olio di oliva e fate soffriggere; dopo qualche minuto, versate nel tegame anche i pomodori rossi tagliati a dadini. Fate rosolare il tutto e bagnate con del vino rosso. Non appena la cipolla diventa dorata, continuate la cottura aggiungendo un po’ di acqua calda, fino a coprire gli ingredienti, e la polpa di pomodoro. Aggiustate di sale e pepe, coprite il tegame con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti, mescolando di tanto in tanto. caponata in tegameQuando la salsa sarà cotta, ma non densa, aggiungete le melanzane e fate cuocere per altri 10 minuti. Ultimate la cottura aggiungendo qualche cucchiaio di zucchero e aceto a piacere vostro. Mettete la caponata nel piatto, decoratela con alcune foglie di basilico fresco e servitela tiepida. Se non viene consumata tutta, può essere conservata in frigorifero e mangiata il giorno dopo, anche fredda.

Tagliatelle al pesto di noci

Ingredienti per 4 persone                                                                                                                                                       noci nel frullatore
• 300 gr di noci                                                 • 10 dl di olio di oliva
• 50 gr di parmigiano
• 2 ciuffetti di prezzemolo
• sale e pepe q.b.

Preparazione
Sgusciate le noci e mettetele nel mixer; aggiungete l’olio di oliva, il parmigiano, il prezzemolo, il sale, il pepe e tritate il tagliatelle al pesto di nocitutto fino ad ottenere una crema omogenea. Per rendere il pesto più fluido, aggiungete due mestoli di acqua calda. In un tegame a parte, fate cuocere le tagliatelle in abbonante acqua salata. Scolate e condite con il vostro pesto alle noci. Mettete la pasta nel piatto, decorate con qualche foglia di prezzemolo e qualche noce tritata grossolanamente. Servite le tagliatelle calde, con una spolverata di parmigiano.

Brasato al Nero d’Avola

brasato crudo

Ingredienti per 4 persone
• 600 gr di noce o scamone
• timo, rosmarino e salvia q.b.
• una cipolla
• una carota
• vino Nero D’Avola q.b.

Preparazione

Procuratevi le erbe aromatiche fresche, assolutamente indispensabili per la preparazione di questo piatto, e tritatele. Lasciate però interi alcuni rametti di timo, rosmarino e salvia: raggruppateli tra loro, in modo da formare un mazzetto, e legateli alla carne, ancora cruda, con uno spago da cucina. Disponete la carne in una teglia, aggiungete il sale e il pepe, spolverizzate con le erbe aromatiche tritate e bagnatela con una generosa quantità di vino Nero d’Avola, cercando di coprire il fondo del tegame per circa 2 cm. Aggiungete la cipolla tritata grossolanamente e la carota tagliata a julienne e mettete il tegame in frigorifero, lasciando marinare la carne per almeno due ore. brasato a fette 1Successivamente trasferite la teglia nel forno, precedentemente preriscaldato, e fate cuocere il brasato ad una temperatura di 160/170° per circa due ore. Aggiungete di tanto in tanto un po’ di vino, qualora si asciugasse troppo con la cottura. Una volta cotto, lasciate raffreddare il brasato, togliete lo spago da cucina, il mazzetto di aromi e poi tagliatelo a fettine non troppo sottili. Servite irrorando la carne con il sugo di cottura, una salsina densa e corposa.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su